L'ASSASSINO

Il “cocomeraro” più amato dai nottambuli riminesi si trova sulla collina di Covignano, nel terreno di proprietà di un convento di frati.
Giuseppe, barese trapiantato in Romagna, lo ha aperto nel 1982.
Nei suoi stilosissimi tavoli in legno coperti da tovaglie rosse si sono sedute generazioni di frequentatori di discoteche leggendarie come Il Paradiso e il Bandiera Gialla.
“Tutti bravi ragazzi” dice Giuseppe “nessuno che fa casino.
Prima qui venivano le coppiette a imboscarsi in macchina, ora vengono da tutta Rimini a mangiare la mia frutta: pesche, ciliegie e cocomeri.
Io apro a giugno, e finchè fa caldo sto qui.
” E il nome? “Io facevo il pescatore” dice Giuseppe “di cocomeri non ci capivo niente.
Quando cercavo di aprirli con il coltello facevo sempre un casino, e la gente ha cominciato a dirmi: sei un assassino.
Il soprannome è rimasto.
Il cocomero lo devi conoscere...”