Ponte Tiberio

Corso d'Augusto - Rimini

Tipologia:Fontane, Ponti, Canali

Visita il sito

Monumento Nazionale

mponente opera architettonica d'epoca romana, il ponte fu eretto sul Marecchia per decreto dell'Imperatore Augusto ed il suo compimento si deve al successore Tiberio (14 - 21 d.C.).
In pietra d'Istria, a cinque arcate, in stile dorico, rappresenta uno dei più notevoli ponti romani superstiti; documento importante della sapienza tecnica dei Romani è testimoniato dalle fondamenta dei singoli piloni che non sono disgiunti gli uni dagli altri ma si allargano alla base e poggiano su un funzionale sistema di pali di legno, in modo da assicurare la stabilità più completa. I piloni inoltre sono dotati di speroni frangiflutti, obliqui rispetto all’asse stradale per attenuare l’urto della corrente, assecondandone l’andamento.
Il ponte segna l'inizio delle vie consolari, Emilia e Popilia, dirette al Nord e si trova all'estremità della principale via storica della città (corso d'Augusto).
La via Emilia, tracciata nel 187 a C. dal console Emilio Lepido, collegava Rimini a Piacenza; attraverso la via Popilia, invece, si raggiungeva Ravenna e si proseguiva fino ad Aquileia.

Notizie aggiuntive :
Dal 1885 il ponte di Tiberio è monumento nazionale.

Area turistica :
mare e costa adriatica

Come arrivare :
Centro storico

In auto: uscita autostrada A14 Rimini Sud; proseguire per il centro per circa 3 km

Parcheggi utili:
1) Piazza Malatesta;
2) Rocca Malatestiana;
3) Piazza Ferrari;
4) Ponte di Tiberio;
5) Arco d'Augusto;
6) Largo Gramsci

In treno:
dalla stazione proseguire su viale Dante fino alla centrale Piazza Tre Martiri; da qui prendere il corso vesro destra.

In aereo:
Bus n. 9, fermata Arco d'Augusto o Stazione ferroviaria